VPN: tutto quello che devi sapereItalyVPN

Blog

VPN: tutto quello che devi sapere

Connessioni sicure in modalità privata? La soluzione si chiama “VPN”, ovvero Virtual Private Network. Di seguito, illustreremo le caratteristiche del VPN e definiremo cos’è ed a cosa serve.  Cominciamo subito!

VPN: che cos’è e a cosa serve?

Quando si parla di VPN, si fa generalmente riferimento ad una connessione che avviene, in modo sicuro, tra un network privato ed uno pubblico.

Esistono tantissimi servizi di VPN, alcuni a pagamento ed altri invece fruibili gratuitamente, ma bisogna sottolineare che, in realtà, la stragrande maggioranza dei sistemi operativi prevedono la presenza di un supporto già integrato dedicato proprio al VPN. Durante la navigazione su Internet, si celano tanti pericoli perché si “viaggia” su reti pubbliche. Per questo motivo, sarebbe preferibile collegarsi mediante un apposito sistema VPN, in modalità sicura.

Ma come funziona una Virtual Private Network? Al momento della navigazione, il server VPN riesce a criptare il traffico dati, rendendolo non facilmente accessibile, fermo restando che la navigazione non è impostata in modalità anonima ma garantisce una privacy notevole e, quindi, protegge la rete. È anche vero che spesso i sistemi VPN vengono utilizzati per attività illecite proprio perché la connessione è criptata, spesso agevolata dall’utilizzo di IP condivisi che non permette una facile individuazione di chi commette la violazione.

VPN: i pro e i contro

Come in ogni cosa, anche l’utilizzo della VPN riserva una serie di vantaggi e di svantaggi che, messi sulla bilancia, diventano motivo di valutazione da parte dei singoli utenti in base alle proprie esigenze.

Tra i pro della connessione in modalità privata rientra sicuramente la possibilità di ottenere una velocità maggiore in merito ai download scaricati e, ancora, quella di effettuare l’accesso alla rete domestica anche quando si è fuori casa, in modo totalmente sicuro anche per la tutela della propria privacy. Il vero vantaggio è quello di poter accedere ai contenuti come se si fosse collegati direttamente dalla LAN. La connessione criptata determina anche la totale sicurezza del Wifi e, di conseguenza, anche i dati personali saranno al sicuro.

Un altro grandissimo vantaggio si rintraccia nel fatto che il provider che fornisce i servizi internet non potrà accedere alle informazioni relative allo svolgimento di una attività online e potrà sapere e registrare da dove ci si sta collegando o quale sito di sta visitando.

Tra l’altro, la navigazione in VPN garantisce la possibilità di far “credere” che ci si stia connettendo da un posto differente rispetto a quello in cui ci si trova realmente, con l’opportunità, quindi, di accedere facilmente a siti che altrimenti sarebbero irraggiungibili.

Dopo i vantaggi, bisognerà procedere all’elenco degli svantaggi che, meritano comunque di essere valutati dall’utente.

Prima di ogni cosa, ricordiamo che alcuni siti potrebbero non essere fruibili perché evitano gli accessi in modalità privata essendo realizzati con sistemi di blocco per i VPN.

Fermo restando che, questo “svantaggio” viene annullato da alcune procedure che permettono di superare il blocco ed accedere alla pagina.

Rientra nella categoria dei “contro” anche il fatto che bisogna tenere presente che il provider della Virtual Private Network può accedere alle informazioni che caratterizzano la tua attività svolta in rete al fine di raccogliere più dati possibili.

Non bisogna dimenticare che, per quanti utili, le VPN nascondono il reale indirizzo Ip che rende identificabile un determinato dispositivo, utilizzando un altro indirizzo. Trattandosi alla fine di Ip condivisi, come abbiamo già fatto presente, è chiaro che si potrebbe spianare la strada anche allo spoofing, oltre che ritrovarsi nelle cosiddette “blacklist”. Infatti, qualora si navighi in siti autorevoli come quelli delle poste, di marchi famosi o di una banca, l’indirizzo potrebbe non godere della fiducia di queste utenze e l’ip non godrebbe assolutamente di buona considerazione.

Altro svantaggio di cui tener conto è un rallentamento della velocità utilizzata solitamente nella navigazione.

Conclusioni

Da quanto detto, una Virtual Private Network sembra presentare più vantaggi rispetto agli svantaggi ma scegliere quella più adatta alle proprie esigenze non è cosa semplice.

Il consiglio è quello di raccogliere tutte le informazioni possibili in base anche alle risposte agli interrogativi.

Nello specifico, bisognerà definire un budget di partenza ed indirizzare il proprio interesse circoscrivendo i sistemi VPN che rientrerebbero nella spesa. Fase successiva è il confronto tra le varie proposte per arrivare ad una scelta mirata, pensata e consapevole.

 

 

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.

Questo sito utilizza cookies tecnici e analitici per migliorare i contenuti ivi presenti e i servizi offerti. Forniamo informazioni su come l’utente naviga sul nostro sito a nostri partners che ci forniscono il servizio di analisi del traffico sul sito e che potrebbero combinare tali informazioni con altre in proprio possesso per offrirti servizi pubblicitari personalizzati. Se continui la navigazione sul nostro sito, accetti l’installazione di tutti i cookies presenti. Ti informiamo che l’installazione dei cookie tecnici non richiede il tuo consenso. Puoi prendere visione dei cookie installati su questo sito dalla nostra Cookie Policy. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi